Dal 16 aprile è possibile iscriversi al registro dei marchi storici di interesse nazionale

Pubblicato il 7 aprile 2020 sulla Gazzetta Ufficiale il decreto direttoriale che stabilisce le modalità per l’iscrizione al registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale.

L’iscrizione, che interesserà i marchi con almeno 50 anni di vita (sono circa 850), potrà essere richiesta attraverso una domanda telematica all’Ufficio italiano brevetti e marchi (Uibm) – Il Sole 24 Ore

L’iscrizione può essere richiesta a decorrere dal 16 aprile 2020 presentando una domanda all’Ufficio italiano brevetti e marchi esclusivamente in via telematica, attraverso il portale on line raggiungibile al link https://servizionline.uibm.gov.it

CONDIZIONE NECESSARIA:

il marchio dovrà essere registrato da almeno 50 anni e rinnovato con continuità nel tempo oppure, nel caso di marchio non registrato, che vi sia stato un uso effettivo e continuativo da almeno 50 anni, da comprovare.

OBIETTIVO:

tutelare la proprietà industriale delle aziende storiche italiane, le nostre eccellenze, nella sfida verso la valorizzazione del Made in Italy, l’innovazione, la sostenibilità, la competitività internazionale – il Mise

I tempi per verificare la domanda sono di 60 gg nel caso di marchio registrato e di 180 gg nel caso di marchio non registrato.

Il registro dei marchi storici di interesse nazionale è consultabile sulla banca dati dei depositi e dei titoli di proprietà industriale dell’UIBM.

 

 

 

 

SCARICA RIVISTA ONLINE | LEGGI PDF | FACEBOOK | INSTAGRAM |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.