In tempi attuali il tradizionale metodo di colloquio con il consumatore non è più adatto alle esigenze richieste dall’utente, il Retail è costretto ad affrontare un cambiamento radicale nell’approccio con il nuovo cliente. NUOVE OPPORTUNITA’ DI COMUNICAZIONE. Il Retail si espande, non ha più confini fisici, adattarsi il prima possibile comporta abbracciare nuove prospettive.

 

Ascoltare le esigenze del consumatore è una vecchia regola di base, certamente, chi non lo applica nel commercio è un folle, ma adesso la vera novità è saper interagire con  l’utente costruendo un rapporto di empatia e di assoluta trasparenza.

 

Già viviamo tutti nell’incertezza del domani, presi dai dubbi e dalle paure si fa fatica a contemplare nuovi acquisti importanti. E’ qui che entra in campo la capacità di rapportarsi con nuovi strumenti digitali per raggiungere il cliente ovunque. Si abbattono i confini fisici, i negozi si espandono, ma attenzione la sostanza deve esserci!

 

 

Non si ha tempo da perdere, ma non si ha neanche voglia di perderlo, se si intuisce poca trasparenza dall’altra parte si perde il cliente candidato, ricordiamoci che siamo tutti possibili clienti e di questi tempi immedesimiamoci nelle parti.

 

Io Cliente mi aspetto di parlare e affrontare eventuali trattative con il massimo della correttezza da parte del venditore, devo lottare con le mie paure, vorrei rimandare l’acquisto, ma poi, tutto sommato, quell’ arredatore-venditore mi ha capito, mi ha ascoltato, il suo progetto calza a pennello con quello che vorrei, il pagamento posso dilazionarlo in un finanziamento, insomma mi ha seguito per l’intero processo, posso fidarmi di lui, allora mi butto. Compro e sono anche contento perchè il prezzo è ragionevole. Alla consegna lo ringrazierò senz’altro.

 

Immaginate che tutto questo viaggio mentale si affronti digitalmente e con appuntamenti esclusivi in negozio. UNA VERA RIVOLUZIONE E NUOVE PROSPETTIVE.

 

Allora ALE’ VERSO UNA NUOVA ERA !!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.